Menu

Flipped classroom

Presentiamo le istituzioni politiche romane d’età repubblicana

FASE 1 - LAVORO INDIVIDUALE

Lavorare sui concetti

Segui la videolezione della professoressa di Storia romana Elisabetta Todisco sulla struttura istituzionale romana in età repubblicana e prendi appunti sugli autori citati, sulle peculiarità della Costituzione romana e sulle caratteristiche delle forme di governo descritte.


Lavorare sulle conoscenze

Dopo aver messo a fuoco i concetti chiave espressi dal video, verifica quanto hai appreso/fissa le conoscenze principali con i seguenti esercizi.

FASE 2 - LAVORO DI GRUPPO

Lavorare sulle competenze

Confrontati con la classe sulla videolezione a partire dalla seguente scaletta, avviando il lavoro di gruppo.

Individua da 4 a 6 parole chiave per i seguenti temi affrontati dalla professoressa e argomenta oralmente le tue scelte:

  1. la Costituzione romana;
  2. la magistratura;
  3. il Senato;
  4. le assemblee.

Nel confronto spiega sinteticamente in che modo il popolo poteva contribuire alla vita politica romana.

Lavorare sul prodotto

Dividete la classe in gruppi da 5. Il compito di ciascun gruppo è quello di realizzare una presentazione multimediale sulle istituzioni di Roma repubblicana pensata per gli studenti dell’ultimo anno della scuola primaria.

Ponetevi queste domande: in che modo venivano prese le decisioni nella Roma repubblicana? In che modo le diverse classi sociali partecipavano alla vita politica? Che ruolo ha avuto la Costituzione nel successo della Repubblica? Rispondete ricavando un quadro d’insieme della questione a partire dalla videolezione e individuate nelle fonti presentate di seguito ulteriori informazioni utili, a partire da questa scaletta:

  1. definizione della costituzione romana;
  2. motivazioni che spingono Polibio a definire la costituzione romana perfetta;
  3. composizione, durata e funzioni delle istituzioni repubblicane.

SCHEMA - L’ordinamento dello Stato repubblicano

300 ex magistrati scelti dal censore partecipano al

SENATO

Funzioni: prendere decisioni in materia religiosa ed economica, nell’amministrazione dei territori e della giustizia, in politica estera. Su richiesta dei magistrati esprimere parere sulle proposte di legge

-------------------------------------

COMIZI CURIATI

Funzioni: confermare l’assegnazione dell’imperium

-------------------------------------

Il popolo diviso in 5 classi di censo partecipa ai

COMIZI CENTURIATI

funzioni: votare proposte di legge; giudicare i cittadini

che eleggono i

  • CENSORI (in carica 18 mesi). Funzioni: censire i cittadini; declassare individui di dubbia moralità; scegliere i nuovi senatori tra gli ex magistrati
  • PRETORI (carica annuale). Funzioni: gestire l’apparato militare; presiedere comizi centuriati e tributi; amministrare la giustizia
  • CONSOLI (carica annuale). Funzioni: gestire l’apparato militare; presiedere comizi centuriati e tributi; gestire gli apparati economico-finanziari

I consoli designano in circostanze di emergenza un

DITTATORE

(in carica fino a un massimo di 6 mesi)

Funzioni: condurre una guerra; indire elezioni; compiere riti sacri

-------------------------------------

Il popolo, ripartito nelle 35 tribù partecipa ai

COMIZI TRIBUTI

(Funzioni: votare proposte di legge; giudicare i cittadini)

che eleggono:

  • QUESTORI (carica annuale). Funzioni: condurre inchieste pubbliche; amministrare il tesoro dello Stato
  • EDILI CURULI (carica annuale). Funzioni: gestire l’approvvigionamento di Roma; gestire la viabilità e l’edilizia urbana; gestire l’allestimento di spettacoli pubblici, fiere, mercati

-------------------------------------

La plebe ripartita nelle 35 tribù partecipa ai

CONCILI DELLA PLEBE

Funzioni: votare proposte di legge (plebisciti); giudicare i cittadini

che eleggono:

  • EDILI PLEBEI (carica annuale). Funzioni: custodire la cassa e l’archivio della plebe
  • TRIBUNI DELLA PLEBE (carica annuale). Funzioni: presiedere i concili della plebe

Ciascun gruppo realizzi l’approfondimento procedendo nel modo seguente:

  • selezionate i temi e gli aspetti da trattare a partire dalle parole chiave individuate durante il lavoro di analisi della videolezione;
  • realizzate e selezionate sul libro di testo informazioni di carattere cronologico e carte storiche utili per contestualizzare l’argomento trattato;
  • individuate immagini degli argomenti trattati (fonti iconografiche o fotografie di fonti materiali) significative e pertinenti (per esempio, relative all’epoca della Repubblica). Potete utilizzare il vostro libro di testo o effettuare una ricerca in Rete;
  • scrivete i testi delle slide e montate i materiali a vostra disposizione inserendo immagini pertinenti e, se lo ritenete opportuno, file audio o video brevissimi;
  • scrivete il testo della presentazione orale con il quale commenterete le slide;
  • perfezionate la presentazione multimediale dal punto di vista grafico e delle animazioni, coordinando queste ultime con la vostra presentazione orale;
  • considerate i destinatari della presentazione, sia per quel che riguarda la selezione delle informazioni, sia per quel che riguarda la strutturazione delle slide.

Ogni gruppo, infine, proponga l'intervista alla classe e al docente.


Valutare l’esperienza e gli apprendimenti

Terminata l'attività, valutate quanto appreso con l'aiuto del docente rispondendo ai seguenti quesiti:

  • con quale criterio avete scelto le informazioni e le fonti rilevanti?
  • quali sono stati i criteri seguiti per determinare l’ordine dei temi affrontati?
  • siete riusciti a realizzare una presentazione multimediale sintetica commentandola con una presentazione esaustiva?
  • avete rispettato i tempi assegnati?
  • è stato complesso adattare il linguaggio e i contenuti tarandoli sui destinatari della presentazione? Dover compiere queste operazioni vi ha aiutato a comprendere meglio l’argomento trattato? Perché?